Erlend Loe, “Doppler, vita con l’alce”

Chi conosce anche solo minimamente il mondo letterario scandinavo (magari se lo ha fatto seguendo i tanti post che questo blog sta dedicando ad opere di autori nordici) saprà che il principale esponente di questo mondo è certamente Arto Paasilinna, non solo per quantità di copie vendute ma anche per la capacità dimostrata di compendiare nel proprio stile, nella maniera più piena e letterariamente fruttuosa, le principali peculiarità del modo di scrivere scandinavo… Bene, detto ciò, posso ora aggiungere che Erlend Loe, autore di un’altra opera abbastanza nota quale è Naif.Super (seppur la “notorietà” dei libri scandinavi è comunque caratteristica che resta ben compresa nella cerchia comunque ancora “underground” dei suoi lettori, e grazie soprattutto alla meritoria opera della casa editrice Iperborea, per la quale escono quasi tutti i suddetti libri), con questo suo Doppler, vita con l’alce, si è abbastanza paasilinnizzato, pur mantenendo connotati propri di temi e di stile, piuttosto simile a quello ritrovabile nel citato Naif.Super

Leggete la recensione completa di Doppler, vita con l’alce cliccando sulla copertina qui sopra, oppure visitate la pagina del blog dedicata alle recensioni librarie…

Annunci

Adagi e disagi

Oggi al ristorante, per pranzo, ho preso del pesce. Tuttavia, mi sono quasi del tutto bagnato: purtroppo il pesce non era d’accordo. Scodava, spinnava, infine è sgusciato via.
Non solo: il ristoratore ha pure preteso che pagassi il conto, dacché l’ordinazione l’avevo comunque fatta.
Accidenti! Ora ho capito perfettamente perché, in questi casi, si dice di sentirsi presi “a pesci in faccia”!

La recensione di “Cercasi la mia ragazza disperatamente” sul blog Sognando Leggendo


Ecco la recensione di Cercasi la mia ragazza disperatamente pubblicata dal rinomato e assai seguito blog letterario Sognando Leggendo.
Ringrazio Nihal, che ha letto e recensito il libro, e Nasreen, curatrice del blog.
Cliccate sulle immagini per leggere la recensione, oppure QUI per sapere ogni cosa sul libro. Buona lettura!

IL BELPAESE DELL’ARTE, fino al 14/02/12 alla GAMeC, Bergamo

L’esposizione, a cura di Giacinto Di Pietrantonio e Maria Cristina Rodeschini, ripropone l’immagine dell’Italia nel mondo nella molteplicità delle sue espressioni visive: dal cinema all’arte, dalla letteratura al Made in Italy, dalla cultura d’élite a quella popolare, attraverso 200 opere di grandi artisti italiani e internazionali, ma anche di ‘cose e fatti’ dall’Ottocento ai nostri giorni (…)
L’iniziativa, che si tiene in occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, dimostra quanto la creazione artistica abbia influenzato in maniera determinante, soprattutto in questo ultimo secolo e mezzo di storia, l’organizzazione pratica della vita sociale italiana.

Bellissima esposizione in un bel polo museale, di “provincia” ma con appeal da grande museo di grande città (se non di più), che permette di vedere in un colpo solo una serie di opere della maggior parte dei migliori artisti italiani moderni e contemporanei, insieme ad altri internazionali.
Cliccate sull’immagine per visitare il sito della GAMeC e le pagine relative alla mostra.

“Armi”

Mi sono iscritto ad un corso per puntatore di cannoni di grosso calibro, ovvero di pezzi di artiglieria campale similari. “Spara anche tu a chi ti pare”… Allettante! Come indicato sulla brochure di presentazione del corso, ho appena pagato i 499,99 euro del costo relativo con la carta di credito.
Però, a dirla tutta… Non so. Non riesco a decidermi se sia una cosa giusta o meno…
Uhm…
Ho fatto bene, secondo voi?
Sì, voglio dire, a pagare con la carta di credito, e non in contanti… ‘Sta cosa di demandare il totale controllo del mio denaro alle banche e a chi le comanda non mi va’ proprio giù!