Lamentarsi dei lamenti

Lamentarsi continuamente e in maniera giammai costruttiva – esercizio tra i più praticati in assoluto, a ben vedere – non serve a nulla, eccetto che in un solo caso: quando è necessaria e doverosa la lamentela verso chi non fa altro che lamentarsi continuamente.

(Beh, certo: visti i fatti, questa è senza dubbio un’efficace rappresentazione -pratica ancorché immateriale – del moto perpetuo. Ma amen, ecco.)

Annunci