INTERVALLO – Ojia (USA), Bart’s Books

Bart’s Books è l’unica libreria interamente all’aperto negli Stati Uniti. Richard Bartinsdale, un veterano della seconda guerra mondiale, la inaugurò nel 1964 dopo un viaggio a Parigi – ispirandosi alle bancarelle lungo la Senna – presso la cittadina di Ojia, a circa centoquaranta chilometri a nord di Los Angeles, in California – un luogo dove evidentemente la meteo non è mai troppo inclemente!

Bart’s Books si trova in una vecchia abitazione di un piccolo quartiere residenziale. Il giardino è adibito a libreria, ma anche il garage è stato convertito a nuova vita e ospita una collezione di libri d’arte e di architettura. Sia per la sua unicità, per la grande scelta di titoli d’ogni sorta che per il suggestivo ambiente che offre ai visitatori, Bart’s Books vende centinaia di libri all’anno ed è visitata da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo.

Cliccate sull’immagine in testa al posta per vedere un servizio dedicato alla libreria da RSI News, dal cui sito ho tratto anche le informazioni per questiono articolo, oppure qui per visitare il sito web di Bart’s Books.

N.B.: di questa libreria vi avevo già detto qui.

Annunci

INTERVALLO – Seoul (South Korea), Mike Stilkey at Starfield Library

Mike Stilkey è un artista americano che, tra le altre cose, crea delle bellissime sculture di libri. In pratica, combinando copertine e dorsi, crea dei veri e propri “quadri”, spesso di grandi dimensioni ed estremamente suggestivi, come quelli che ha realizzato nel marzo di quest’anno presso la Starfield Library di Seoul – biblioteca della quale vi ho parlato qui.

Così Stilkey scrive, sulla home page del suo sito web: «I libri stanno morendo. Ce ne sono così tanti che vanno nella spazzatura. È pazzesco. Se posso dipingere su di essi, sto dando loro una seconda possibilità.» E chissà che, in questo modo, non dia a questi libri pure una nuova vita letteraria e nuovi lettori delle loro storie.

Cliccate sulle immagini per visitare il sito web di Mike Stilkey. Lo spunto per questo post viene invece dal blog – sempre mooooolto interessante! – di Barbara Picci, nel quale troverete altre immagini delle opere di Stilkey a Seoul.

INTERVALLO – West Sacramento (California, USA), “Catch a book”

public01Ancora per la serie Arte pubblica indispensabile (per la promozione dei libri e della lettura, ma non solo – mi viene da definirle in tal modo le installazioni artistiche in spazi pubblici che abbiamo come protagonisti i libri e la lettura): Catch a book è una scultura in acciaio dell’artista americano Joseph Bellacera installata all’esterno della Arthur F. Turner Library di West Sacramento, cittadina della California.

INTERVALLO – San Simeon (California, USA), Hearst Castle Library

L’Hearst Castle è stata la residenza di uno dei personaggi più ricchi e controversi di sempre, il magnate della stampa William Randolph Hearst, e certamente – come accade spesso in tali casi – rappresenta bene il personaggio che lo abitava, con il suo esagerato mix di opulenza, eccentricità e kitsch. Ma indubbiamente la sua libreria è affascinante, per come sembra uscire direttamente dal set di un film fantastico…
The Gothic Study - The Private Library of William Randolph HearstThe Gothic Study at Hearst CastleHearst-Castle-library-3
In ogni caso ora il castello, seppur privato, è visitabile, se passate da quelle parti.
Cliccate sulle immagini per saperne di più e per visitare il sito web del castello (oppure cliccate QUI e QUI).

INTERVALLO – Los Angeles (USA), The Wellesbourne Library Pub

Wellesbourne_photo
“Ehi, che prendi, tu?”
“Una birra e un Huckleberry Finn!”
“Io invece uno scotch e un Vecchio e il mare!”
Una conversazione solo all’apparenza bizzarra, in verità del tutto logica e possibile a Los Angeles, al The Wellesbourne Library Pub: come dice il nome stesso, un pub in tipico british style con all’interno una fornita biblioteca a disposizione degli avventori. Posto meraviglioso, non serve dirlo, nel quale finalmente anche la mente si può “ubriacare”, e nel modo più salutare possibile!
Cliccate sull’immagine per visitare il sito web del pub (in inglese).