Modus Legendi: la “rivoluzione gentile” s’è compiuta!

logo_modus-legendiIl piccolo/grande miracolo di Modus Legendi, iniziativa della quale già vi raccontavo qui, ovvero la rivoluzione gentile dei lettori, come l’ha definita Loredana Lipperini, è riuscita: un libro pubblicato da un editore indipendente, Il posto di Annie Ernaux (edito da L’Orma) è entrato nella classifica dei libri più venduti in Italia soltanto grazie alla scelta dei lettori che hanno partecipato a Modus Legendi, senza alcun supporto promozionale (di cui i piccoli editori non godono da parte dei lucranti media, 13087440_1573722166261547_923893955661501395_nè cosa risaputa) e nonostante lo stato di corruzione del mercato editoriale nazionale, controllato dall’oligarchia dei grandi editori – “grandi” di forma ma sovente non di sostanza, ci tengo a precisarlo. Più precisamente, è al 3° posto della classifica italiana di vendita dei libri di narrativa straniera (e all’11° di quella assoluta), ben circondato da titoli che, in certi casi, chissà quanti denari in pubblicità saranno costati ai loro editori – nonché, ve ne renderete conto scorrendo la classifica con le sue 35 posizioni, unico libro di un editore indipendente presente.

Ha ragione Loredana Lipperini a definirla una rivoluzione gentile, questa; ma, mi viene da pensare, a volte le rivoluzione più destabilizzanti e innovatrici sono proprio quelle che iniziano adagio, con calma, pure con gentilezza, appunto, tanto da essere sottovalutate, probabilmente, ma che poi col tempo ottengono inesorabilmente grandi risultati.

Beh, mi auguro che finisca veramente così. Perché in un ambito così corrotto (ribadisco) nel suo valore e nella sostanza come è quello editoriale italiano, se c’è un modo per risollevarne le sorti e svincolarle dal volere e dalle pretese di chi ora lo controlla – con risultati pessimi, appunto – è quello di ridare potere ai lettori. Giusto il motto di Modus Legendi!

Annunci

7 pensieri su “Modus Legendi: la “rivoluzione gentile” s’è compiuta!”

  1. ho partecipato a moduslegendi su Anobii – FB lo evito come la peste – e ho comprato due libri della cinquina. Quello che sul sito delle votazioni proposta su anobii era il più votato e un altro che mi ispirava. Sono un incallito lettore. peccato che l’iniziativa non sia stata gestita a dovere con alla fine due volumi risultati vincitori. Quindi disperdendo le forze.
    Mi fa piacere che uno della cinquina sia finito in classifica.

    1. BuongiOrso! 😀
      Anch’io ne ho comprati due, il vincitore e “Sul soffitto”.
      L’iniziativa va certamente migliorata, resa ancora può aperta e “democratica”. Però è un primo passo, e un primo segnale, molto interessante e significativo. Alla faccia di quei grandi editori che spendono vagonate di soldi in promozione e poi gli tocca “auto-comprarsi” i titoli pubblicati per farli andare in classifica e far credere che i loro libri si vendono… (cosa, questa che pochi sanno ma è che la norma per molti titoli. tanto, col mercato che ci ritroviamo qui, bastano 2.000 copie vendute per finire in classifica, mica milioni! -_ – )
      Grande Orso! Grazie come sempre! 🙂

      1. Che i cosiddetti grandi editori facessero autodumping era noto, che l’acquisto di poco più di 2000 libri – realmente venduti – facessero classifica è meno noto. Ma ricordo che ISTAT certifica la vendita media di 2000 libri per titolo pubblicato nell’anno. Il che deprime.
        Io ho comprato Sul soffitto e la resistenza del maschio – questo perché mi sembra giusto aiutare anche gli autori italiani.
        Che sia migliorabile, questo è poco ma sicuro.

      2. Sì, fai conto che “Il posto” della Ernaux al momento viaggia intorno alle 2.400 copie, il che gli basta per essere il 3° libro straniero più venduto… Numeri da vendite di una piccola città, mica di un’intera nazione! Deprimente, hai proprio ragione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.