Auguri, merdaccia! Fantozzi, il miglior saggio italiano di antropologia sociale, compie 40 anni

Fantozzi_Corazzata_kotiomkinUn blog come questo, che vorrebbe occuparsi di cultura sperando di farlo nel miglior modo possibile (ovvero nel modo meno peggiore), non può non celebrare l’anniversario dei 40 anni dalla prima uscita di uno dei più articolati e approfonditi saggi di antropologia sociale (in forma cinematografica) mai realizzati, in Italia: Fantozzi! Il cui primo film della serie, appunto, uscì proprio il 27 marzo 1975. Un capolavoro assoluto, che ancora oggi molti ritengono solo un film comico-demenziale più o meno divertente quando invece è, ribadisco, una delle migliori e più argute analisi della società moderna-contemporanea nazionale, delle sue devianze e del suo protagonista assoluto: l’italiano medio. Purtroppo evolutosi in questi 4 decenni fino a forme spesso ben peggiori e, dacché tali, assai meno divertenti del ragioniere originale.
Insomma: Ugo Fantozzi – anzi, Fantozzi rag. Ugo santo (laico) subito! Che tanto qualcuno al di sopra che ci assoggetterà ai suoi biechi voleri ci sarà sempre, in questa fantozziana Italietta…

Era il Mega Direttore Galattico in persona, colui che nessun impiegato al mondo era mai riuscito soltanto a vedere. Correva anzi voce che non esistesse neppure, che non fosse un uomo, ma solo un’entità astratta.

P.S.: un paio di approfondimenti sul tema. Uno, Diventare Fantozzi, di Claudio Giunta, tratto da Una sterminata domenica. Saggi sul paese che amo, Il Mulino, 2013. Due, Fantozzi, una maschera italiana, saggio di Fabrizio Buratto uscito nel 2003 per Lindau – lo trovate facilmente sul web.

Annunci

9 pensieri riguardo “Auguri, merdaccia! Fantozzi, il miglior saggio italiano di antropologia sociale, compie 40 anni”

    1. Siamo un pò tutti dei ragionier Ugo Fantozzi e ci dobbiamo riconoscere in lui molto più di quanto non immaginiamo! A questo proposito nel mio salotto di Corte, ho pubblicato ieri un articolo che ben si addice al filo conduttore del nostro bravo e simpatico Luca! Complimenti Luca per aver ricordato una delle figure più emblematiche del nostro tempo, quarant’anni fa forse non immaginavamo un successo così grande. Io facendo parte dell’inedito Club delgli “Sfigati d’Autore” mi ci riconosco, soprattutto in vista delle vacanze quando parto con l’immancabile pioggia in agguato. Vi aspetto tutti nel mio rinnovato salotto, abbracci pasquali! Fabiana.

    2. E’ vero, Stefano. Il problema è che tutt’oggi su Fantozzi ci si ride sopra e stop, finisce tutto lì, senza rendersi conto che invece, guardandolo, in verità avremmo ben poco da ridere…

    1. Giusto, Alice. In effetti tutto nasce da quei libri, che rispetto ai film conservano forse anche di più la carica di critica sociale. Da rendere libri di testo scolatici, quasi!
      Grazie di cuore del tuo commento! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...