Il fatuo artificio dei fuochi d’artificio

Una domanda: ma veramente (sarà che invecchio e mi inacidisco, o divento pesante e lagnoso ovvero obiettivamente misantropo, può essere) – dicevo: ma veramente alla gente piacciono ancora i fuochi d’artificio? Veramente c’è bisogno di essi per valorizzare un luogo, una ricorrenza, un evento o un paesaggio, la sua bellezza, la sua attrattiva turistica? E veramente una festa popolare – sia essa di paese o d’una più grande città, laica o religiosa, turistica o meno… – non può definirsi tale senza quel gran baccano luminoso dal costo a dir poco spropositato?
Costo spropositato, per giunta, che quasi sempre viene spacciato e giustificato come “evento culturale” e sovente inserito nelle relative richieste di finanziamenti pubblici: ma che ca…volo di “cultura” c’è, oggi, nei fuochi d’artificio? E, porca d’una miseria, quanti veri eventi culturali si potrebbero allestire, con mirabili ed evidenti ricadute a vantaggio di tutti, con i soldi che vengono (letteralmente) bruciati in pochi minuti di spettacolo pirotecnico? Dalle mie parti, sulle rive del lago, non c’è quasi località che nel corso dell’estate non si pregi d’avere il proprio spettacolo di fuochi – peraltro esattamente uguale a quello del paese accanto o della riva opposta, perché, suvvia, diciamoci pure questo: visti una volta, i fuochi d’artificio, visti tutti – come si dice in questi casi! Be’, facciamo una bella somma dei soldi spesi per codesti numerosi spettacoli, e vediamo che cifra ne esce. Poi riflettiamoci un attimo sulla convenienza, economica e, soprattutto, culturale!

Non so, insomma. Ribadisco: sarà che sto diventando vecchio e acido, o sarà che ritengo che i già pochi soldi pubblici spendibili nella cultura dovrebbero essere spesi per cose ben più culturalmente e intellettualmente costruttive. In mezzo alle quali, per carità, ci può stare anche uno spettacolo pirotecnico, saltuariamente. Ma così come è ora no. Io veramente non lo capisco.

Annunci

8 pensieri su “Il fatuo artificio dei fuochi d’artificio”

    1. Eh, appunto! Dici che siamo troppo acidi? No, sai, è che poi vado dagli amministratori pubblici a chiedere qualche misero soldo per eventi culturali e quelli puntualmente allargano le braccia e mi dicono: sa, tempi duri, i vincoli di bilancio, il patto di stabilità… PREGO?!? -_-

  1. Finalmente qualcuno che lo dice! Sono pienamente d’accordo. Già non mi sono mai piaciuti molto, sono sempre uguali, costano uno sproposito, spaventano gli animali, pensavo anch’io che ormai dovessimo essere un po’ più evoluti

    1. Infatti, fossero almeno silenziosi, così gli animali non si spaventano! Paradossalmente, dalle mie parti si organizzano spettacoli pirotecnici che durano mezz’ora con costi spropositati, e poi si vietano i botti di Capodanno proprio per salvaguardare gli animali domestici. Ma come?

  2. Avevo trovato una massima che purtroppo non trovo più.Esprimeva più o meno lo stesso concetto che hai espresso.Anche se rimango ancora affascinato,spesso vengono usati per distogliere l’attenzione su altri problemi o a mancanza di eventi culturali veri. .

    1. Ciao Davide!
      Sì, ora ammetto di essere apparso parecchio acido, nel post, quando certamente la visione dei fuochi artificiali dona sempre fascino e stupore. Però dici bene tu, a volte sul serio mi pare che si usino per mancanza di alternative culturali e/o di attrattive turistiche, pur a fronte degli alti costi da sostenere. Sono belli da vedere? Ok, ma visto che si usano per attrarre persone, quale effettiva ricaduta positiva hanno sui luoghi nei quali vengono realizzati? Certo, a parte il gelato acquistato o la bibita bevuta nel bar… Insomma: il gioco vale la candela? O il “candelotto”, dovrei dire… 😀 😉
      Grazie del tuo commento, Davide! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.