Artisti tutti (ma anche no), tuffatevi nella Piscina Comunale!

Esiste un luogo a Milano, dove l’arte non è niente di tutto ciò che oggi certe volte (troppe volte, forse) è – mercato, speculazione, esibizionismo, ostentazione, gossip, egocentrismo, fanfaronaggine… – ma è invece qualcosa che molti non penserebbero più nemmeno che possa essere, qualcosa di valore assoluto e prezioso, di fondamentale, imprescindibile eppure di assolutamente semplice, addirittura ovvio se non fosse tanto ignorato: è arte. Punto. Arte come “un particolare prodotto culturale, comunem. classificato come pittura, scultura, architettura, musica, poesia, ecc. che  non deve avere altri fini che sé stessa, al di fuori di ogni preoccupazione di carattere morale o utilitaristico” (Dizionario Treccani, voce “Arte”). Stop.
Un luogo, insomma, che permette ad artisti e appassionati un vero e proprio tuffo nell’essenza dell’arte, un’immersione completa e profonda nella sua meraviglia: beh, non a caso si chiama Piscina Comunale! E questa sua missione è messa nero su bianco, indiscutibile e inderogabile: l’arte non ha (non avrebbe) bisogno di ipocrisie e dissimulazioni ma di chiarezza, coraggio e franchezza, senza alcun velo coprente – d’altronde in piscina mica ci si butta vestiti, no?

PC_1
Così ora la Piscina Comunale di Milano offre agli artisti (tali o meno) di mettere Nero su Bianco le proprie proposte artistiche, per ricavarne una mostra che fin da subito dimostra la sua potenziale originalità. Tuffatevi in Piscina (Comunale), dunque, cliccando sulla locandina qui sopra per visitarne la pagina facebook, oppure scrivete all’indirizzo mail indicato per avere ogni altra informazione in merito.
E ricordate: l’arte deve essere sempre un tuffo al cuore, altrimenti non è arte. Punto.

Annunci

7 pensieri su “Artisti tutti (ma anche no), tuffatevi nella Piscina Comunale!”

  1. Ciao ho seguito il link e sono arrivata alla pagina in cui ho lasciato un messaggio privato per saperne di più. Tu mi puoi accennare qualcosa in merito oppure meglio se aspetto riposta dall’amministratore della pagina fb? Grazie

    1. Ciao, soliloquiosa amica! (?) ( 😀 )
      Fammi sapere se hai risposta a breve… Tuttavia ti dico che giusto venerdì ero con Adriano Pasquali, il “patron” della Piscina Comunale, e gli ho fatto la stessa domanda… Beh, pure a me non ha voluto dir nulla! “Semplice!” mi ha detto, “si mette nero su bianco la propria idea, la propria opera artistica, e me la si manda: se la riterrà valida la inserirò tra quelle da mettere in mostra!” Stop, non mi ha rivelato di più… In ogni caso, da quanto ho inteso, il senso della cosa gioca proprio su quel mettere “nero su bianco”, che vuol dire fissare, rendere indelebile, anche giocando sul contrasto cromatico anche non solo materiale, pure metaforico… e il non dire di più, il non spiegare troppo richiede inevitabilmente una interpretazione personale (in tal modo più libera, dunque) da chi decide di partecipare all’iniziativa. Ma, appunto, questo è quanto ho inteso io!
      Insomma, fammi sapere se ti risponde (usualmente lo fa, è una persona molto cordiale e assolutamente limpida!), altrimenti ti farò io da tramite.
      Grazie e ciaooooo! 😉
      Luca

      1. Ciaoo, spero che riesca a leggere la mail perché non essendo amici, so che va a finire in “altri” e io la casella “altri” mi scorda anche che esiste e la apro raramente. Spero che l’organizzatore sia un tipo più solerte di me. Il non dire mi piace, ma quello che volevo capire è se l’opera in questione è un’opera progetto, che ne so, a livello pittorico, scultoreo ecc ecc, oppure ricade sempre in ambito letterario, perchè ci sarebbe una bella differenza, anche a livello produttivo. Spero che mi risponda, perché sarei curiosa di vedere cosa riuscirei a far venire fuori. In caso ci sentiamo a breve. Grazie dalla’amica soliloquiosa 😀

      2. Ooomioddiooooo chi legge il mio commento precedente, può pensare che sono incapace di scrivere, leggere, intendere e volere :D… E’ colpa del cellulare che non mi da la possibilità di rileggere, in maniera decente, ciò che scrivo… please forgive me e vai ad interpretazione:D… (usando le lingue straniere, salvo un po’ la faccia :)? )

  2. Ahahahah, tranquilla!!! Parecchia gente “normale” si esprime in modo moooolto meno comprensibile!!! Dunque ti forghivo you alla grande, ci mancherebbe! 😀
    Per quanto riguarda “Nero su bianco”, mi pare che non vi sia alcuna limitazione all’espressività artistica, che sia essa visuale (dunque pittura, scultura, disegno, collage…) o letteraria. Nulla. L’importante è che sia, appunto, segno di espressività. E che vi sia un’idea, dietro. Questo lo dico perché conosco i progetti che vengono presentati alla Piscina Comunale, dunque è una sorta di regola fissa (peraltro ovvia, almeno lo dovrebbe essere, in tema di arte!) da seguire.
    Grazie di cuore a te, e anche grazie al tuo cellulare sgrammaticante, massì, che sennò come potevi scrivermi? 😉 🙂

    1. Ahahaaha sei forte. Tornando a noi, non so perché ma non ricevo notifiche per le tue risposte. Così sono ripassata di qua solo stasera per vedere se mi avevi scritto, ed ecco l’avevi fatto tre giorni fa. Ok, dopo un nuovo mea culpa, ti ringrazio e ci penso su che questa iniziativa mi ispira assai!!! Buonanotte e a rileggerti presto. Ciaoooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...