“Le” Parole – 3, DEMOCRAZIA

Parole fondamentali, dal significato certo e prezioso ma, forse, dalla reale cognizione e comprensione vaga, vacua, fallace se non perduta. Definizioni tratte dal vocabolario Treccani che riproduco qui, per generare una riflessione sul loro senso, sulla nostra conoscenza e consapevolezza di esse, sulla loro presenza nel mondo in cui viviamo e nella nostra esistenza quotidiana.
La parola di oggi è:

democrazia(Cliccate sull’immagine per leggere il testo completo.)

Democrazia: non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che quel che è forte fosse giusto.” affermò Blaise Pascal. Forse a ragione (peraltro denotando che lo disse più di quattro secoli fa): nel suo essere considerata – non a torto, ovvio – una grande conquista della civiltà umana, in verità ne rivela tutta la cronica e ineluttabile debolezza.

Annunci

8 pensieri su ““Le” Parole – 3, DEMOCRAZIA”

    1. Riflessione perfetta, dalla quale mi viene da chiedere: dunque, e se la democrazia fosse (è) una cosa ottima ma grazie ad essa il popolo metta in mano il proprio destino a una banda di incapaci, quando non di delinquenti? Come la mettiamo?
      E’ proprio questo il nocciolo della questione. Forse irrisolvibile, finché la democrazia sarà una condizione disgiunta da cultura e senso civico – e fors’anche perché qualcuno vuole proprio questo…
      Grazie di cuore del tuo commento! 🙂

  1. Si esatto, condivido il commento sopra. Come ho scritto nel mio blog, la gente (me compreso) non ha le palle di essere ciò per cui è stata creata. Inventa balle, cerca scuse, si nasconde. Credo sia sbagliato dire “siamo un popolo di…” credo sia meglio dire “siamo una razza di…” perchè non è questione di Italia, America, Russia o Giappone. Per quanto io acuisca i sensi, non riesco a vedere una situazione favorevole per l’essere umano, in quanto tale, in nessuna nazione. Ci sono nazioni che vanno meno peggio, al massimo, ma sempre nello steccato del “sistema”. A mio parere (forse un può presuntuoso e idealista), ogni cantone di questo pianeta è al buio. Come si fa a svegliare una persona che vuol dormire?

    1. Ciao, signor Nessuno!
      Che dire? Condivido le tue riflessioni, e il tuo pessimismo. E’ vero, certi paesi sembrano più illuminati di altri, ma a volte l’impressione è che siano tali solo perché applichino il sistema di potere in modo diverso, oppure per una mera convenienza del periodo. Personalmente, sarò forse stato “traviato” dalle troppe letture di pensatori liberi, ma credo avesse ragione Thoreau quando sosteneva che il governo migliore è quello che non governa affatto. Ovvero, ovunque vi sia un governo – pur “democraticamente” eletto – non vi può essere autentica democrazia, cioè vera libertà personale e sociale. Un’antitesi all’apparenza paradossale, eppure assai diffusa, come la storia insegna.
      Grazie del tuo commento! (anche se in realtà sto ringraziando… nessuno! 😀 🙂 )

  2. Vista con gli occhi moderni hai ragione. Democrazie e debolezza vanno a braccetto. Però non averla c’è il rischio opposto che la debolezza diventi schiavitù.
    Capisco che in Italia la democrazia sia solo a parole ma sta in noi cittadini a farla funzionare. Quello su cui dubito è il riuscirci.

    1. Giusto, Orso. In teoria la democrazia non può che essere il sistema migliore e più equo (a meno che si giunga ad una società di illuminati in grado di autogovernarsi, ma è ovviamente ben più che utopia), il problema è che non poche volte la democrazia è mutata più o meno lentamente ma inesorabilmente in forme di dittatura nemmeno troppo velate, spesso nate proprio con la scusa (ingannevolissima, ovvio!) di “dover difendere la democrazia”. Ad esempio, la Turchia odierna è un caso abbastanza emblematico in tal senso.
      Dici bene: siamo noi cittadini a dover vigilare su che non accada di perdere i nostri diritti democratici, ma per fare ciò bisogna dimostrare un minimo di senso civico e di consapevolezza di cosa significhi “democrazia”. E mi associo al tuo dubbio, al proposito. :/
      Grazie, come sempre! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...