Beatitudini librarie

bibliotecario

Ho scoperto, grazie a Stefano Bartezzaghi – a breve capirete perché (e non è solo per il fatto che sia un fine enigmista) – che il termine “bibliotecario” ha un meraviglioso anagramma:

bibliotecario = beato coi libri

Una professione – o una vocazione – che ha “dentro” di sé la propria sorte emozionale, in pratica.
Beh, la trovo una cosa meravigliosa, ribadisco. A prescindere che quello stato di beatitudine sia sovente inficiato da situazioni amministrative, riguardo le biblioteche, niente affatto positive – ma questo è un altro discorso, del quale peraltro mi (ri)occuperò presto.

Annunci

One thought on “Beatitudini librarie”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...