Joe R. Lansdale, “Altamente esplosivo” (Fanucci Editore)

cop_altamente_esplosivoPubblicare una raccolta di racconti di un autore parecchio prolifico è un’operazione editoriale che può comportare non pochi rischi, se poi quello in questione è pure un autore “cult”, non propriamente mainstream ma comunque dotato di una propria solida base di aficionados, i rischi sono anche maggiori. Di sicuro Joe R. Lansdale è uno scrittore che rappresenta bene la suddetta categoria, e questo Altamente esplosivo (Fanucci Editore 2010, traduzione di Luca Conti) una raccolta che si presta a diverse considerazioni sulla scia delle iniziali osservazioni esposte.
Altamente esplosivo è composto da 10 racconti inediti per il pubblico italiano (o quasi, dacché pare che qualcosa sia già uscito, invece) scelti personalmente dall’autore – almeno stando alla quarta di copertina – con l’aggiunta di una introduzione esclusiva a firma dell’autore stesso, peraltro piuttosto interessante. Una raccolta del genere, per sua natura, deve avere tra le sue finalità principali quella di far conoscere lo stile peculiare dell’autore a chi ancora non lo conosca, offrendo una scelta ragionata della sua produzione in modo che il lettore possa generarsi un’idea il più possibile definita di cosa e come l’autore scrive. Di contro, la scelta di pubblicare racconti inediti, in considerazione della citata grande prolificità editoriale di Lansdale e a fronte dell’attrattiva inevitabile per i fan, potrebbe non offrire il meglio della sua produzione, rappresentando semmai una buona scusa per pubblicare – e dunque sfruttare editorialmente – scritti “secondari” ovvero seconde scelte oppure “scarti” vari (che non per questo sono da ritenere per principio cose di basso livello: magari sono soltanto opere scritte in periodi di carriera nei quali l’interesse editoriale era diretto verso altre produzioni) che altrimenti non avrebbero altri “buoni” sbocchi sul mercato, sfruttando peraltro la fiducia ovviamente incondizionata della base di aficionados dell’autore, pronti ad acquistare ogni cosa abbia stampato in copertina il suo nome e cognome…
Per lo scrivente, che di Lansdale conosce la fama ma che ha letto solo, al momento, Londra tra le fiamme – trovandolo assolutamente gradevole da leggere, e consigliabile senza alcun dubbio a chi piacciano letture fuori dagli schemi (è un romanzo che presenta molto bene cosa sia il bizzarro e affascinante genere steampunk, peraltro) – una raccolta come Altamente esplosivo non poteva non risultare assai intrigante: un’ottima occasione per penetrare nel fantasmagorico mondo letterario lansdaleano così da comprenderlo meglio e continuarne l’esplorazione con maggiore consapevolezza. Posto ciò, devo ammettere di avere riscontrato come concreti alcuni dei rischi che poco sopra ho palesato. Alcuni racconti sono senza dubbio interessanti e piacevoli (I diavoli della polvere, Il gigante. Una favola), un paio almeno mi pare sappiano molto di “riempi spazio” (Sorveglianza, ad esempio); in quasi tutti vi ho ritrovato temi e stilemi già riscontrati altrove, con un imprimatur lovecraftiano spesso piuttosto evidente (L’albergo dei gentiluomini). Qui e là la tipica e originale creatività di Lansdale ha saputo recuperare passi altrimenti un poco piatti e prevedibili, così come alcuni guizzi horror pulp e lo spiccato gusto per il nero e grottesco humor mi sono risultati gustosi, mentre altrove la stessa operazione di lansdalezzazione di temi e storie da repertorio letterario del Novecento non l’ho trovata così totalmente riuscita, a fronte di una comunque gradevole narrazione (Re delle Ombre).
Un racconto veramente bello – e si intenda tale aggettivo nel senso più pieno e ampio del termine – è invece Mulo bianco, maiale pezzato: sorta di favola surreale, visionaria, onirica e parecchio coinvolgente, che rappresenta il brano più lungo della raccolta nonché certamente il più suggestivo. Mi verrebbe da dire che sia tale anche perché non presenta quello che da un autore come Lansdale ci si aspetterebbe di norma, dacché in esso non vi sono elementi pulp, horror o similmente “nerastri” – i quali eppure l’autore americano sa maneggiare così bene, come accennato poco sopra… Una gradita sorpresa insomma, un racconto del genere, e solo un poco meno è tale anche Hide and Horns, il brano che chiude questa raccolta, sorta di letterario western-sparatutto con sottofondo moraleggiante in senso antirazzista.
Dice Lansdale, nell’introduzione: “Alcuni tra i racconti compresi in questa raccolta sono, nell’ambito della mia più recente produzione, i miei prediletti; altri, invece, sono tra i preferiti dei lettori americani”. Sarei veramente curioso di sapere quali siano gli uni e quali gli altri, nonché a quale “lettore americano” egli faccia riferimento. Per quanto mi riguarda, Altamente esplosivo mi è parsa una raccolta senza dubbio piacevole e godibile da leggere ma sostanzialmente priva di autentici acuti letterari: un paio di ottimi racconti, appunto,e gli altri che si difendono agevolmente ma che, in alcuni casi, lo fanno col minimo sforzo indispensabile. Non so quanto la raccolta possa realmente essere definita un adeguato e illuminante biglietto da visita a favore di chi non conosca la produzione di Lansdale, ma questo forse, a tal punto, potrebbe anche rivelarsi un vantaggio: diciamo che Altamente esplosivo in parte sazia il palato e in parte lascia ancora una certa acquolina in bocca, ovvero un buon motivo per continuare l’esplorazione del mondo letterario lansdaleano avendo quanto meno ora un qualche buon consiglio in più per scegliere la propria buona direzione.

Annunci

2 pensieri su “Joe R. Lansdale, “Altamente esplosivo” (Fanucci Editore)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.